ss Dott.ssa Simona Rinaldi - Psicologa Psicoterapeuta - Quando lo Psicologo

Quando è utile rivolgersi allo psicologo

Non è necessario "essere svitati” o “diversi", come erroneamente molti pensano, per rivolgersi ad uno psicologo. Nella nostra società, così attenta al benessere fisico, si riscontra ancora molta resistenza e confusione riguardo alla salute mentale.

Esistono dei forti pregiudizi che a volte ostacolano la scelta di rivolgersi ad uno psicologo, quali ad esempio:
"Se vado dallo psicologo la gente pensa che sono matto."
"Andare dallo psicologo è costoso, non posso permettermelo."

In realtà rivolgersi ad uno psicologo è tutt’altro che un gesto folle o un lusso da non potersi permettere ma la soluzione più funzionale e adatta di fronte a situazioni difficili da affrontare o che creano malessere. Risulta importante considerare che lo stress, l’ansia e la depressione hanno un effetto negativo immediato sulla salute fisica, sulla produttività lavorativa e sulla qualità delle relazioni affettive. Quindi rivolgersi allo psicologo è da considerarsi come un investimento su sé stessi per il miglioramento della propria qualità di vita.

La sofferenza psicologica è una condizione comune a molte persone ed implica la presenza di un malessere interno, non sempre definibile con precisione, che ci fa sentire tristi, ansiosi, preoccupati, privi di energie o a disagio nelle relazioni con gli altri.

Si decide di rivolgersi allo psicologo per molte ragioni e con motivazioni diverse, legate alla presenza di un malessere psicologico, al desiderio di migliorarsi e di accrescere le proprie capacità e risorse personali.

Spesso questo ci porta a sentirci diversi e a nascondere con imbarazzo i nostri pensieri e le nostre emozioni alle persone che ci circondano, che non sempre percepiscono o capiscono fino in fondo il nostro malessere.

La condivisione e l’esplorazione con un professionista esperto dei propri vissuti emotivi, preoccupazioni, delle proprie fragilità ma anche risorse porta all’acquisizione di nuovi strumenti psichici e relazionali.

In qualunque momento della nostra vita è quindi un’importante occasione di crescita personale e benessere avere la possibilità di condividere la nostra sofferenza con qualcuno che non solo ci comprende e non ci giudica, ma ci aiuta a pensare in modo nuovo a possibili soluzioni, mettendo a nostra disposizione la sua esperienza e le sue conoscenze.